Redazionali 08 apr, 2022

Guida pratica: come creare un canale YouTube di successo

di Redazione
Guida pratica: come creare un canale YouTube di successo

Con la continua ascesa del video blogging, è del tutto comprensibile per qualsiasi adulto esperto di tecnologia essere invogliato a imparare come avviare un canale YouTube e come renderlo di successo. Dopotutto, è un hobby divertente e interattivo con il potenziale per trasformarti in una personalità online popolare, con l'ulteriore vantaggio di aiutarti a incontrare nuove persone, ottenere materiale gratuito dalle aziende e, naturalmente, avere un reddito piuttosto impressionante se riesci ad arrivare ad alti livelli.

Ma se vuoi avere successo su YouTube, ottenere un aumento costante di followers o pubblicare contenuti interessanti che ottengono un buon numero di visualizzazioni e Mi piace, dovrai fare di più che essere un semplice membro sulla piattaforma.

I canali YouTube più visti producono i loro contenuti in base al loro target di riferimento, tenendo conto di alcuni criteri chiave.

È importante prestare molta attenzione al tuo pubblico, agli analytics e alla SEO che sono fondamentali per posizionarti tra i canali YouTube in più rapida crescita.

Vediamo insieme qualche suggerimento utile per assicurarti di ottenere il massimo dalla tua avventura nel mondo della creazione di contenuti.


Trucchetti per diventare il migliore

Dopo aver creato il tuo account YouTube è tempo di gettare le basi per creare un canale di successo. Come principiante, è importante capire questi passaggi o potresti finire per sprecare tempo e denaro.

Saper realizzare un video YouTube è un primo passo importante. Ti consigliamo di procurarti l'attrezzatura ideale, esercitarti a usarla e iniziare a creare contenuti raffinati.


#1 Trova le parole chiave non sfruttate

Quando si tratta di YouTube, la ricerca di parole chiave è molto importante. È proprio la scelta delle giuste parole chiave che può migliorare o distruggere la prestazione del tuo video.

Ecco come trovare le parole chiave per i tuoi video:

  • Crea un elenco di "parole chiave seme (seed)", ovvero termini che descrivono argomenti molto ampi. Ad esempio, in ambito del marketing digitale, le parole chiave seme sarebbero: Social Media, LinkedIn Marketing, pagina Facebook, Marketing dei contenuti, engagement. Questi sono quindi argomenti generali su cui puoi creare video.

Un elenco di parole chiave seme è molto utile per il passaggio successivo.

  • Digita, quindi, le tue parole chiave nella barra di ricerca su YouTube

È ora il momento di trasformare una parola chiave seme in dozzine di parole chiave a coda lunga. Come? Grazie ai suggerimenti di YouTube, che funziona proprio come Google. Basta inserire una parola chiave seme nella barra di ricerca e controllare quali parole suggerisce YouTube. Se vuoi velocizzare questo passaggio, puoi utilizzare keywordtool.io per trovare centinaia di termini correlati alle tue parole chiave.

  • Cerca, adesso, le parole chiave a bassa concorrenza.

Vuoi ottimizzare i tuoi video in base a parole chiave che ottengono molte ricerche e non sono super competitive? Utilizza l'estensione di Chrome che si chiama TubeBuddy, che ti mostra le statistiche per ogni parola chiave direttamente nei risultati di ricerca, in questo modo saprai se la parola chiave che hai scelto è competitiva o meno.

Prima di realizzare il tuo video, è il momento di analizzare il secondo passaggio.


#2 Crea video ottimizzati per il "tempo di visualizzazione"

L'obiettivo numero uno di YouTube è quello di mantenere gli utenti sulla piattaforma, infatti, più tempo le persone trascorrono su YouTube, più la piattaforma guadagna grazie agli annunci. È per questo che l'algoritmo pone così tanta enfasi sul tempo di visualizzazione.

Come ci si potrebbe aspettare, YouTube ama i video che accumulano molto tempo di visualizzazione, quindi, più tempo le persone trascorrono a guardare i tuoi video, più visualizzazioni otterrà.

Come si possono creare dei video che intrattengono gli utenti?

  • Crea video lunghi, i video più lunghi hanno prestazioni migliori rispetto a quelli brevi, e questo è dimostrato da diverse statistiche. Infatti, i video di circa 10 minuti o più danno risultati nettamente migliori rispetto a quelli brevi.
  • Secondo YouTube i primi 15 secondi del video sono fondamentali e, per questo, devono essere di impatto e far fermare l'utente che deve essere invogliato a continuare a guardare il video. Un consiglio è quello di anticipare esattamente ciò che si andrà a imparare o a vedere durante il video, nessuno sfondo, nessuna informazione superflua.
  • Vuoi che le persone guardino il video fino alla fine? Crea interruzioni di sequenza. Questo aiuta a creare una fidelizzazione del pubblico perché rende il video meno statico. Introduci tagli, diverse inquadrature o qualsiasi altra cosa per spezzare lo schema, insieme a grafiche e animazioni su schermo che spiegano i concetti chiave.
  • Pianifica i tuoi video in anticipo, scrivili prima di girare, non andare a ruota libera. Questo ti aiuterà nel momento della registrazione del video e anche nella post-produzione, è infatti importante segnare già in anticipo le slide che vuoi inserire, i tagli, le immagini e tutto ciò che serve.


#3 Ottimizza i tuoi video YouTube con la giusta SEO

  • Ottimizza per parole chiave il titolo del tuo video, non sono più importanti come una volta ma possono un po' aiutare, quindi è consigliato inserirle.
  • Scrivi titoli cliccabili, più persone faranno clic sul tuo video, più YouTube lo promuoverà, non ricorrere però a titoli clickbait.
  • Scrivi descrizioni video SEO friendly, descrizioni troppo brevi possono compromettere la capacità del tuo video di posizionarsi nella ricerca, sono raccomandate descrizioni lunghe e complete fino a due paragrafi.
  • Ottimizza i tuoi tag YouTube compatibili con la SEO, usa 2 o 3 tag che includono la tua parola chiave target e varianti simili, aggiungi due tag che descrivono l'argomento del tuo video usando termini che non sono nella tua parola chiave principale, aggiungi uno o due tag che rappresentano il tuo settore.


#4 Usa miniature che si distinguono

YouTube segnala che il 90% dei video con le migliori prestazioni su YouTube ha miniature personalizzate.

Ma come si creano miniature accattivanti?

Ecco due suggerimenti che stanno funzionando davvero bene in questo periodo:

  • Usa molto contrasto. Fai in modo che i colori nell'immagine si scontrino il più possibile, che siano brillanti e in contrasto tra loro.
  • Usa i colori che si distinguono su YouTube, prediligi colori che non siano rosso, bianco e nero, tipici della piattaforma.


#5 Crea e promuovi playlist ottimizzate

Le playlist sono un modo sottovalutato per ottenere più visualizzazioni (e iscritti).

Come mai? Le playlist possono aumentare significativamente il tuo "tempo di sessione", perché porti l'utente a vedere un video dopo l'altro, in quanto il video successivo della playlist si riproduce automaticamente.


#6 Promuovi i video al tuo pubblico

Anche se YouTube è una delle piattaforme più utilizzate non puoi pensare di caricare i video, ottimizzare le parole chiave e attendere che le persone li vedano. Proprio come con i contenuti del blog, bisogna dare un po' di spinta ai video per andare avanti. Potresti, ad esempio, condividere clip del tuo video sui social media o mandare una notifica alla tua mailing list, questo ti aiuterà tanto. Ma non è tutto, infatti, se hai seguito anche tutti gli altri consigli allora il tuo video andrà bene anche dopo, altrimenti avrà solo il boom iniziale causato dalla tua promozione e poi si fermerà.


#7 Trasforma gli spettatori in iscritti

Le visualizzazioni sono solo una parte della crescita del tuo canale YouTube.

L'altra parte è ottenere iscritti.

Uno dei modi migliori è aggiungere un pulsante di iscrizione alla schermata finale, gli utenti che guardano il tuo video per intero sono pronti a iscriversi.


#8 Rispondi ai commenti in modo tempestivo

La creazione dei contenuti è solo una parte del lavoro. Se vuoi far crescere il tuo canale devi investire il tuo tempo per ottenere coinvolgimento e aumentare così il tuo engagement. Puoi fare delle domande nei tuoi video che portano il tuo pubblico a rispondere nei commenti, in modo da interagire con te, fagli sentire che le loro opinioni e le loro osservazioni e suggerimenti sono i benvenuti. Una domanda che potresti fare è chiedere che tipo di contenuto vorrebbero vedere sul tuo canale, i tuoi follower saranno felici di rispondere.


#Bonus

Classifica i video nella Ricerca Google. Dato che gran parte delle visualizzazioni esterne dei video proviene da Google è molto importante classificarli su Google.

Scegli come target parole chiave che hanno già una sezione video nella SERP, se il tuo video funziona abbastanza bene su YouTube, Google potrebbe iniziare a mostrarlo nelle SERP.


Un altro consiglio è quello di scaricare YouTube Studio, un'app pensata per i creators, per analizzare bene i dati e la strategia e migliorare così le prestazioni. Tutto quello che devi fare è creare contenuti video eccezionali in modo coerente, coinvolgere il pubblico e sfruttare le diverse funzionalità e gli strumenti che hai a tua disposizione.

Logo

SocialMediaManager.it si occupa di raccogliere e catalogare le notizie, i siti aziendali e i blog personali, specializzati nel Social Media Marketing, Web Marketing e Tecnologie del Web.

Il nostro obiettivo è aiutare gli utenti a conoscere meglio questi ambiti con l'aiuto di esperti e appassionati del settore e supportare questi ultimi nella diffusione della loro conoscenza e professionalità. Tutto gratuitamente. Leggi tutto →

© 2022. All rights reserved.