Redazionali feb 06, 2023

I visori per la realtà virtuale: da ieri a oggi (in breve)

di Redazione
I visori per la realtà virtuale: da ieri a oggi (in breve)

Tra le più grandi mete e aspirazioni tecnologiche dell'essere umano di oggi c'è di sicuro la realtà virtuale. Per alcuni versi sembra quasi un paradosso: corriamo verso l’ideazione di un mondo parallelo quando non ci prendiamo cura di quello reale.

Ultimamente si è parlato molto del Metaverso di Mark Zuckerberg, da una parte visto come una nuova terra da colonizzare, dall’altra tacciato di essere ancora un mezzo deserto; oppure del tanto atteso PSVR 2 della PlayStation 5 di casa Sony, che dovrebbe uscire a febbraio di quest'anno insieme a parecchi titoli degni di nota (come ad esempio Gran Turismo 7 oppure Horizon Call of the Mountain).

Sempre rimanendo sul fronte videogiochi ricordiamo che alcuni titoli precursori sono stati gli irresistibili mostriciattoli di Pokémon Go! e l'esperienza bellica della Seconda Guerra Mondiale targata Medal of Honor: Above and Beyond. Questi uniti a tutta una serie di titoli tower defense o basati sul franchise di Alien, che hanno messo a dura prova le capacità dei giocatori!

Inoltre non va dimenticato che anche i siti di gioco d'azzardo online, con tutti i giochi tipici dei casinò, incluse le slot machine, si stanno dotando sempre più di questo particolare tipo di tecnologia. Il fine è creare delle partite ancora più realistiche e immersive. Una funzionalità questa particolarmente gradita dai gamblers durante il triste periodo del lockdown.

Se il film di Steven Spielberg Ready Player One, assieme a un altro ben più iconico come Minority Report e alla trilogia di Ritorno al Futuro, ci ha insegnato qualcosa è che l'essere umano adora la simulazione, al punto tale che potrebbe persino perdervisi al suo interno. Ma da dove ha avuto inizio tutto ciò? Scopriamolo assieme!

Il progetto per la realtà virtuale nasce, come molte altre cose, con un prototipo firmato dall'ingegnere statunitense Ivan Sutherland. Era il 1968 ed egli realizzò il primo paio di lenti per la realtà aumentata. Questo progetto prese il nome di “Spada di Damocle”, ma pare che alla fine la spada venne sguainata per davvero.

Al pari di Internet che venne usato per la guerra del Vietnam, le mail servivano per coordinare i bombardamenti americani, queste lenti vennero aggiunte al casco dei piloti dei jet da combattimento. In questa maniera potevano avere sempre sotto i propri occhi i dati dell'aereo come velocità e carburante, insomma, un po' come un videogioco di simulazione!

Piccolo salto in avanti nel tempo e siamo nel 1977 con il prototipo di Google Maps, ovvero Aspen Movie Map, che utilizzava tale tecnologia per aiutare negli spostamenti. Ulteriore balzo in avanti, sempre in casa Google, con i fallimentari Google Glasses. Forse un po' troppo pionieristici per i tempi?

Ad ogni modo la capacità di simulazione della realtà virtuale si è poi diffusa ovunque. Dalla NASA, che può verificare se c'è vita oltre le nostre stelle, fino alle sale operatorie dove i chirurghi possono testare degli interventi delicati senza nuocere al paziente. E per quanto riguarda il futuro? Una bella domanda, la cui risposta ci viene data giorno per giorno!

Logo

SocialMediaManager.it si occupa di raccogliere e catalogare le notizie, i siti aziendali e i blog personali, specializzati nel Social Media Marketing, Web Marketing e Tecnologie del Web.

Il nostro obiettivo è aiutare gli utenti a conoscere meglio questi ambiti con l'aiuto di esperti e appassionati del settore e supportare questi ultimi nella diffusione della loro conoscenza e professionalità. Tutto gratuitamente. Leggi tutto →

© 2023. All rights reserved.