Lo smart working, o lavoro intelligente, è un concetto "rivoluzionario” che da un paio di anni a questa parte ci avvicina alla possibilità di essere più flessibili durante le ore di ufficio. Il lavoro “smart” permette dunque di poder gestire i propri incarichi come meglio si crede e da dove si preferisce.

Quali sono i principali benefici dello smart working?

Senza dubbio, quando si parla di smart working, si pensa direttamente ai benefici di lavorare da casa. Tuttavia, quando si sceglie di adottare questo stile di vita, è molto importante la costanza e soprattutto l'essere in grado di adottare una routine lavorativa sana anche da casa. 

Per capire bene cosa voglia dire fare smart working, bisogna innanzitutto lasciarsi alle spalle il termine "telelavoro", in quanto si tratta di due modi di lavorare completamente diversi, i quali, però, vengono confusi molto spesso. 

Il telelavoro è una forma contrattuale che lascia la libertà ai dipendenti dell'azienda di lavorare da remoto, rispettando sempre e comunque gli orari di ufficio, e tenendosi in contatto con i colleghi per ogni necessità. Lo smart working, invece, è un modo di lavorare completamente nuovo ed innovativo, il quale vanta di quattro benefici fondamentali mai visti prima. Scopriamo insieme quali sono. 

Possibilità di lavorare ovunque nel mondo

lavorare in libertà

I dipendenti che lavorano in un modello di smart working non devono obbligatoriamente recarsi in un ufficio, ma svolgono il loro lavoro da casa o anche da una baita in montagna, dal bar di una spiaggia, o per la durata di un intero volo, se lo si preferisce. 

Partendo dal presupposto che in moltissimi casi si sceglie di lavorare in "smart" per passare più tempo con la famiglia o avere più libertà, oggi giorno - soprattutto tra i giovani - si è sviluppato il concetto di nomadismo digitale, ovvero quell'insieme di individui che sfruttano le nuove tecnologie per svolgere il proprio lavoro ovunque nel mondo. I nomadi digitali, infatti, si spostano di Paese in Paese ogni qual volta iniziano a sentire il bisogno di conoscere nuovi luoghi, culture e tradizioni.

Prima di una vita stabile nel paese in cui è nato, o prima della professione che svolge, il nomade digitale sceglie di darsi nuove priorità nella vita, le quali prevedono uno stile di vita senza mai piantare radici in nessun luogo. 

La tecnologia: uno dei fattori indispensabili per accedere allo smart working

Una delle caratteristiche fondamentali dello smart working è la tecnologia, poiché la delocalizzazione è possibile solo avendo un computer e una buona connessione a Internet, tutti elementi necessari affinché lo smart worker possa svolgere i suoi compiti indipendentemente dal luogo in cui si trova. Per cui, grazie alla possibilità di connettersi quasi ovunque nel mondo, lo smart worker potrà lavorare da dove preferisce!

Libertà di orari

Un altro dei benefici che definiscono lo smart working, e che lo differenzia dal tipico telelavoro, è che reca una completa libertà sull'orario di lavoro. Lo smart worker non deve, infatti, rispettare alcun orario; può svolgere il suo lavoro di giorno o di notte, e nel modo che ritiene opportuno, purché soddisfi gli obiettivi aziendali.

Si lavora per obiettivi

Infine, l'ultima caratteristica fondamentale dello smart working è che si tratta di un modello di lavoro basato sul compimento degli obiettivi. Infatti, sia la delocalizzazione che la libertà di orario, sono resi possibili unicamente perché ciò che viene chiesto al dipendente è compiere determinati obiettivi. Per cui, finché il dipendente raggiunge gli obiettivi in modo tempestivo, alle aziende non importa da dove, né come, né quando il lavoratore porta a termine i suoi incarichi. 

Una vita in Smart Working: Sono più i vantaggi o gli svantaggi?

lavorare comodi

In linea di massima, si può dire che lo smart working ha più vantaggi che svantaggi, il che spiega perché stia diventando sempre più comune e diffuso nella maggior parte dei settori. 

Probabilmente il principale vantaggio dello smart working è che migliora notevolmente la qualità della vita dei lavoratori che possono accedere a questo modello di lavoro. Lo smart working aiuta anche a conciliare meglio la quotidianità tra lavoro e vita familiare, in quanto il lavoratore può organizzare il suo tempo come meglio crede, in totale libertà.

Inoltre, un altro dei vantaggi più notevoli dello smart working, è che permette al lavoratore di risparmiare su costi specifici. Grazie ad esso, infatti, si evita di pagare il trasporto per arrivare in ufficio, così come si risparmia sui costi associati al mangiare tutti i giorni fuori.

Tuttavia, questo stile di vita lavorativo ha anche un grande svantaggio, ovvero che non è accessibile a tutti i lavoratori. Infatti, molti dei lavori più tradizionali che si basano su orari di lavoro fissi e a contatto con il pubblico, hanno difficoltà o limitazioni quando si tratta di applicare lo smart working e, proprio per questo motivo, si tratta una tendenza crescente soprattutto nei lavori tradizionalmente associati ad un ufficio.

Infine, a lungo andare, lavorare da casa può innescare, in alcuni lavorati, un senso di solitudine e isolamento, in quanto si fa a meno della linfa vitale del lavoro di squadra e della possibilità di fare una pausa caffè tra colleghi.